Mai di venerdi'! Quando la soft information puo' rovinare la qualita' del credito
ACCOUNTING |

Mai di venerdi'! Quando la soft information puo' rovinare la qualita' del credito

REGINA WITTEMBERG MOERMAN, VISITING PROFESSOR PRESSO IL DIPARTIMENTO DI ACCOUNTING DELLA BOCCONI, DEFINISCE L'ACCOUNTING COME LO STUDIO DI COME I MANAGER TRASMETTONO LE INFORMAZIONI DALL'AZIENDA AGLI ESTERNI NEL MODO PIU' EFFICIENTE POSSIBILE

Nel corso dei decenni, una costante produzione di letteratura ha dimostrato che le soft information (informazioni private, qualitative e costose da ottenere e da verificare) migliorano la capacità di chi eroga credito di selezionare i clienti e, di conseguenza, la qualità dei prestiti.
 
Tuttavia, Regina Wittemberg-Moerman, visiting professor presso il Dipartimento di Accounting della Bocconi, pone una domanda importante: vincoli e pregiudizi impediscono ai manager di valutare correttamente la soft information, portando così a un abbassamento della qualità dei prestiti? Secondo lo studio condotto insieme a Dennis Campbell (Harvard Business School) e Maria Loumioti (The University of Texas at Dallas), la soft information porta a una minore qualità del prestito quando i funzionari sono più impegnati, sono più vicini al fine settimana o alle festività, hanno una precedente esperienza di vendita e sono di sesso maschile come i richiedenti.
 
Tuttavia, questo è solo uno dei tanti risultati innovativi che Wittemberg-Moerman ha ottenuto nell’ambito dell’accounting. Infatti, dopo aver conseguito un Bachelor of Arts e un MBA presso la Hebrew University of Jerusalem, entrambi con lode, è volata oltreoceano per conseguire un dottorato in contabilità e un secondo MBA presso l'University of Chicago. Dopo aver ricoperto incarichi accademici presso l'University of Chicago e l’University of Pennsylvania, Regina Wittemberg-Moerman è ora Professor of Accounting presso la USC, oltre che Senior Editor del Journal of Accounting Research e, senza dubbio, un’esperta di debito.
 
Tra la laurea e il dottorato, Wittemberg-Moerman ha lavorato per alcuni anni presso l'unità di ricerca della Banca d'Israele e fa notare che, oltre a svolgere un lavoro che le piaceva, ha avuto modo di conoscere da vicino gli argomenti che attualmente tratta nelle sue ricerche. Ad esempio, nel suo recente articolo sul Journal of Accounting and Economics, la Wittemberg-Moerman e i suoi coautori dimostrano che l'introduzione di regole di rendicontazione trasparenti aumenta l'armonizzazione degli standard del credito (ovvero una minor dispersione degli standard di credito adottati dalle banche), il che si traduce in condizioni di prestito più favorevoli e in una migliore qualità dei prestiti.
 
Da un altro punto di vista, l'articolo “Institutional Dual-Holders and Managers' Earnings Disclosure” pubblicato su The Accounting Review spiega come la presenza di investitori istituzionali che investono contemporaneamente in strumenti di debito e azionari migliori la comunicazione delle previsioni sugli utili. È noto, infatti, che i detentori di debito ottengono informazioni private sull'azienda grazie ai rapporti esistenti a motivo del prestito. Se ciò è vero, l'azienda ha la necessità di ridurre il vantaggio informativo acquisito da questa classe di investitori. Così i manager, prevedendo che questi investitori (in quanto creditori) utilizzino informazioni riservate per fare attività di trading sulle azioni della società, attenuano il loro vantaggio con una comunicazione più efficace.
 
Anche se non è così facile far capire quale sia la missione del suo campo di ricerca, Regina Wittemberg-Moerman afferma che l’accounting studia come i manager trasmettono le informazioni dall'azienda agli esterni nel modo più efficiente. Invece, se le si chiede del futuro del mondo accademico dell’accounting, incoraggia i giovani ricercatori a non scegliere certi argomenti solo perché sono popolari, ma a trovare qualcosa che dia vera emozione al ricercatore, perché la popolarità non rimane, l’entusiasmo sì.
 
Per saperne di più
 
Campbell, D., Loumioti, M., & Wittenberg-Moerman, R. (2019). “Making sense of soft information: Interpretation bias and loan quality”Journal of Accounting and Economics68(2-3), DOI: https://doi.org/10.1016/j.jacceco.2019.101240.
 
Kang, J. K., Loumioti, M., & Wittenberg-Moerman, R. (2021). “The harmonization of lending standards within banks through mandated loan-level transparency”Journal of Accounting and Economics72(1), DOI: https://doi.org/10.1016/j.jacceco.2021.101386.
 
Peyravan, L., & Wittenberg-Moerman, R. (2022). “Institutional Dual-Holders and Managers' Earnings Disclosure”The Accounting Review97(3), DOI: https://dx.doi.org/10.2139/ssrn.3472494.
 

di Giulia Sargiacomo
Bocconi Knowledge newsletter

News

  • Le novita' del regolamento HTA a livello europeo

    L'Health Technology Assessment diventa centralizzato ed armonizzato in tutti i 27 paesi membri dell'Unione europea  

  • Utopia e utopie tra scienza, filosofia e letteratura

    La sesta edizione di ScienzaNuova affronta le varie interpretazioni di un tema sempre attuale  

Seminari

  Agosto 2022  
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        

Seminari

  • ELLIS@Milan Artificial Intelligence workshop

    GABOR LUGOSI - Department of Economics, Pompeu Fabra University
    RICARDO BAEZA-YATES - Khoury College of Computer Sciences Northeastern University
    NOAM NISAN - School of Computer Science and Engineering, Hebrew University of Jerusalem
    MICHAL VALKO - Institut national de recherche en sciences et technologies du numérique

    AS02 DEUTSCHE BANK - Roentgen building

  • tbd

    ANDREW KING - Questrom School of Business

    Meeting room 4E4SR03 (Roentgen) 4