Perche' sono gli uomini, e non i cigni, a scatenare le crisi finanziarie
FINANZA |

Perche' sono gli uomini, e non i cigni, a scatenare le crisi finanziarie

USANDO L'ECONOMIA E LA FINANZA COMPORTAMENTALE, NICOLA GENNAIOLI, NEL PRIMO EPISODIO DEL PODCAST DELLA BOCCONI CLARITY IN A MESSY WORLD, SPIEGA COME I NOSTRI PREGIUDIZI, STEREOTIPI E CONVINZIONI, PIUTTOSTO CHE LA SFORTUNA O LE TEMPESTE PERFETTE, SPINGANO REGOLARMENTE NEI GUAI I MERCATI E L'ECONOMIA

“Vi siete mai chiesti cosa porta a una crisi finanziaria? Molto ha a che fare con l'assenza di regolamentazione o con eventi imprevisti, ma potrebbe esserci un altro fattore importante e spesso trascurato: gli esseri umani”, dice il conduttore David Wayne Callahan introducendo il primo episodio di Clarity in a Messy World, il podcast della Bocconi (in inglese) che va a fondo delle questioni più controverse e impattanti del nostro tempo.
 

 
Da quando il tradizionale paradigma economico dell'uomo perfettamente razionale ha mostrato le sue debolezze, un numero crescente di studiosi ricorre all'economia comportamentale e alla finanza comportamentale per spiegare non solo le crisi, ma il modo in cui gli esseri umani prendono decisioni e compiono scelte apparentemente bizzarre. Nicola Gennaioli, professore di Finanza alla Bocconi, nell'aiutarci a capire i nostri pregiudizi e stereotipi, parte dal motivo per cui la maggior parte di noi, quando ci viene chiesto di pensare a un irlandese, pensa a un uomo dai capelli rossi anche se solo un irlandese su dieci ha i capelli rossi, e finisce per criticare le spiegazioni tradizionali delle crisi finanziarie.
 
“Una delle spiegazioni razionali delle crisi finanziarie è che sono come cigni neri o tempeste perfette - sono eventi imprevedibili che si verificano a causa della rara combinazione di molti eventi improbabili”, dice nel podcast. “Penso che questo approccio abbia tre problemi: il primo è che l'instabilità finanziaria si verifica troppo spesso - non sempre del tipo devastante del 2008, ma troppo spesso. La seconda ragione è che c'è prevedibilità nelle crisi finanziarie, il che è incoerente con l'idea che le crisi siano solo cigni neri. La terza ragione è che le convinzioni delle persone, e in particolare l'eccesso di ottimismo, si collegano alla prevedibilità. Questo è un mondo molto diverso da quello in cui investitori razionali incappano in una botta di sfortuna”.
 
Clarity in a Messy World è disponibile su Apple Podcasts, Google Podcasts, Spotify, Spreaker, e YouTube.

di Fabio Todesco
Bocconi Knowledge newsletter

News

  • L'innovazione e' nel DNA di ICRIOS

    ICRIOS, centro di ricerca, guidato da Stefano Breschi si conferma leader sui temi della tecnologia e dello sviluppo. E fa il pieno di riconoscimenti europei, compreso un ERC Advanced Grant  

  • Una chiamata alla partecipazione politica femminile

    Le donne africane tendono ad avere atteggiamenti piu' positivi verso la partecipazione femminile alla politica se possiedono un telefono cellulare, mentre la resistenza degli uomini e' piu' difficile da superare, secondo uno studio di Carlotta Varriale et al.  

Seminari

  Gennaio 2022  
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            

Seminari

  • Misallocation and State Ownership: Evidence from the Russian Sanctions

    Dzhamilya Nigmatulina, London School of Economics Job Market Paper

    Webinar

  • A Theory of Choice Bracketing under Risk

    Mu Zhang (Princeton University - USA) For further information or for receiving the Zoom link for the event, please write to simona.gagino@unibocconi.it

    Zoom webinar